Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Marcello Giovanetti [1598 - 1631]

Poesie [1622]
Sonetti
44
Alla sua donna in tempo di nevi.

   Ecco, EURILLA, le nevi, ecco s’indura
d’acuto gelo e la fontana e ’l rio;
e pur fra tanti ghiacci, ahi, non poss’io
punto temprar la mia cocente arsura.
   Godi, che la stagion perversa e dura
è conforme al tuo stil perverso e rio,
godi, ch’omai al pianto, al foco mio
avrai per doppio gel l’alma sicura.
   Ma già che sei rigido ghiaccio al core,
et hai bianco, qual neve, il mortal velo,
che nasconde nel sen freddo rigore,
   mi faccia almen veder pietoso il cielo
dai miei sospir, dal mio cocente ardore
disfarsi del tuo cor le nevi e ’l gelo.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it