Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Marcello Giovanetti [1598 - 1631]

Poesie [1622]
Sonetti
34
Allude al nome della signora Anna Lepretti, gentildonna di Recanati.

   ANNA, di te nel suo curvo viaggio
mai non portonne un più bell’ANNO il cielo,
ANNO cui non offusca o nube o velo,
né mai di sua beltà tramonta il raggio;
   ANNO gentile, a cui non face oltraggio
soverchio ardore o smisurato gelo,
ANNO a cui sempre con ardente zelo
porge pomi l’autunno e fiori il maggio.
   Ha la sua propria dea (se ben discerno)
ogni stagion, fuorché la fredda e rea,
che seco porta il rigoroso inverno;
   or poiché ANNA agli ardor di Citerea
di neve ha ’l seno e ’l cor di ghiaccio eterno,
sia de l’ANNO gelato ANNA la dea.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it