Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Marcello Giovanetti [1598 - 1631]

Poesie [1622]
Sonetti
33
Era corrispondenza grande tra esso e la sua donna, ma senza occasione di trovarsi mai insieme.

   Arde meco madonna, ad ambo Amore
accende l’alme in amorosa pira;
s’io in fronte il cor le veggo, ella rimira
per le porte degli occhi anco il mio core.
   Ella ride s’io rido; io di rossore
sdegnoso mostro il volto, ella s’adira;
piange s’io piango, ai miei sospir sopira;
e dolente accompagna il mio dolore.
   Ma che pro, s’al desio stelle nemiche
ostano sempre, e gli amorosi guai
sfogar m’è tolto e le mie fiamme antiche?
   Così fra lor, con luminosi rai,
si vagheggiano in ciel due stelle amiche,
cui nega il ciel d’avvicinarsi mai.

13: vaggheggiano > vagheggiano,





5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it