Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Marcello Giovanetti [1598 - 1631]

Poesie [1622]
Sonetti
20
Per una signora che la mattina di San Giovanni, conforme al costume, andò a lavarsi in Tronto.

   Corri, diletto Elpin, corri a la sponda,
ecco tra freddi ed umidi licori
guizza ’l foco e l’ardor di mille cori,
e d’estinguerlo in vece, arde ancor l’onda.
   L’onda, rivale tua, ve’ ch’il circonda
con le liquide braccia; e tu non mori?
Mira, che par che co’ fugaci umori
lavi il piè, baci il seno e già l’asconda.
   — Alora — disse Elpin giunto a la riva
— veggio spenta ogni speme; ecco che ancora
l’onda gelata le mie fiamme avviva. —
   Così per freddo umor più s’avvalora
l’incendio in caldo ferro o in pietra viva,
ch’in fervente fornace arse pur ora.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it