Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Marcello Giovanetti [1598 - 1631]

Poesie [1622]
Sonetti
16
Bella donna partorì un figlio morto.

   Già per cacciar fuor del suo regno Amore
questo vago bambin l’armi prendea,
quando l’empio fanciul di Citerea,
di ciò geloso, a lui trafisse il core.
   Così mentre dal sen materno fuore
il suo corporeo velo egli traea,
Amor l’ancise; e quando aprir credea
le luci al dì, le chiuse in fosco orrore.
   De la morte di lui piange e si duole
perché non sa, la mesta genitrice,
che son le sue bellezze al mondo sole;
   ed aver altro eguale a lei non lice,
come in ciel non risplende altro ch’un sole,
e la terra non ha doppia Fenice.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it