Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Marcello Giovanetti [1598 - 1631]

Da “Poesie” [1626]
VI
Bella donna ridendo fa due pozzette nelle guancie.

   Qualor Cilla vezzosa i lumi gira,
e s’avvien che ridente il guardo ruote,
forma vaghe pozzette in su le gote,
ove quasi in suo centro il cor s’aggira.
   Quivi Amor certo ad alte prede aspira,
ed indi l’alme semplice e devote
con saette invisibili percuote,
e poi colà, furtivo, ei si ritira.
   Direi valli di gigli in campo alpino,
direi cave di nevi in mezzo ai fiori,
quelle fosse sul volto almo e divino.
   Ma come non si sfanno in larghi umori,
s’hanno di que’ begli occhi il sol vicino
e del mio cor non lunge anco gli ardori?




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it