Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Marcello Giovanetti [1598 - 1631]

Da Poesie [1626]
IV
Bella donna presente a spettacolo atrocissimo di giustizia.

   L ve la morte in fera pompa ergea
spietata scena di funesto orrore,
vidi colei che nel tuo regno, Amore,
di mille colpe e mille morti rea.
   Fra que nocenti uccisi, ella uccidea
pi dunalma innocente e pi dun core;
e pure, intenta al tragico rigore,
spettatrice impunita anco sedea.
   Quale scampo il mio cor fia che ritrove?
L fra rigide morti a morte ei langue,
qua di dolci ferite un nembo piove.
   Resta per doppia strage il petto essangue;
fan bellezza e spavento eguali prove,
e nuotano gli Amori in mezzo al sangue.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it