Parnaso Italiano
Repertorio della poesia italiana tra Cinquecento e Seicento
Marcello Giovanetti [1598 - 1631]

Da “Poesie” [1626]
X
Bella serva.

   Se diede al tuo natal, bella mia Clori,
oscure fascie il ciel, povera cuna,
ecco più chiare perle e più fini ori
Amor prodigamente in te raguna.
   E se d’altrui ti fe’ serva fortuna,
ch’a la cieca dispensa i suoi tesori,
tu per quella beltà, ch’ogn’altra imbruna,
se’ reina bellissma de’ cori.
   Di che ti lagni tu? Sappi che ancora
sono serve di Cinzia in ciel le stelle,
ed è serva del Sol la bionda Aurora.
   Denno esser sol le voglie tue rubelle
serve d’Amor, come a te sono ognora,
tributarie de’ cor, mill’alme ancelle.




5




10




poesialirica.it - gennaio 2008 - Ideazione e realizzazione a cura di admin@poesialirica.it